martedì 30 maggio 2017

Pista ciclabile in Baldasseria per l’Europa

Udine - È raro che la scuola faccia qualcosa di pratico e utile. Di solito chi studia deve affrontare tanta teoria.


Ancor più raro è che una scuola esca dalle aule per andare in un quartiere di periferia a presentare un proprio lavoro utilizzabile tic e tac. È successo che i ragazzi dell’Istituto Tecnico “G. G. Marinoni” abbiano progettato una pista ciclabile per valorizzare la zona di Udine sud, col coordinamento dell’ingegnere Antonio Nonino.


Poi con i loro professori e Laura Decio, la dirigente scolastica, in testa hanno presentato il loro progetto alla gente del quartiere. Tanto di cappello. Il progetto è stato donato al Comune di Udine che lo ha esposto a Palazzo D’Aronco.
La progettazione ha coinvolto cinque classi della scuola che, una volta, sfornava i geometri. Si va dai pulcini della terza fino ai quasi maturi della quinta. Oggi il loro diploma si chiama tecnico delle Costruzioni, ambiente e territorio. Poi c’è anche lo specialista in Tecnologia del legno nelle costruzioni, oppure il Geotecnico, o l’esperto in Grafica e comunicazione.

Ecco Laura Decio, dirigente scolastico dell'Istituto Marinoni di Udine, che presenta i suoi allievi e il bel progetto ecologico


Si tratta di un chilometro e 900 metri di pista ciclabile da piazzale Cavalcaselle fino all’incrocio di Via delle Acacie con Via dei Prati. Si pedala lungo Via Baldasseria Media.
Organizzata dall’Associazione Insieme con Noi, la presentazione pubblica è avvenuta giovedì 25 maggio 2017, alle ore 19, presso il Centro Socio Riabilitativo Educativo (CSRE) di Via Piutti, 156, la ex scuola elementare di Baldasseria, con la preside del Marinoni lì in prima fila a dare forza ai suoi studenti alle prese col microfono e con le diapositive che ogni tanto funzionavano, oppure no. Ma c'erano una serie di pannelli esplicativi che formavano una originale mostra.
L’esposizione è stata commentata in modo professionale dai ragazzi. La pista ciclabile Alpe-Adria consente di andare dall’Austria a Grado


Alcuni punti non sono ancora attrezzati come la zona di Via Badasseria Media. Gli studenti del Marinoni hanno catalogato le piante e gli alberi della zona, hanno analizzato la mobilità su bicicletta e il trasporto pubblico per giungere alle loro proposte di pista ciclabile “intaccando il meno possibile la proprietà privata”. 

Sembra un progetto partecipato, insomma, non un esercizio scolastico qualsiasi.
In conclusione, si prevede anche la valorizzazione della chiesa di Santa Maria degli Angeli, del 1831. È la tipica chiesetta di Baldasseria. È stata prevista una struttura in legno coperta, per accogliere i ciclisti in sosta. Anche oggi transitano numerosi e si fermano a guardare la lapide dei Caduti in guerra ed il panorama idilliaco campagnolo.


A questo punto è opportuno citare e ringraziare la SAF di Udine che ha messo a disposizione un bus per due mesi, due volte alla settimana per portare gli studenti del Marinoni, dalla loro scuola che è in Via Monsignor Nogara 2, fino in Via Baldasseria media, luogo dei rilevamenti.
---
Ringrazio per le fotografie l’Associazione Insieme con Noi, di Udine.


La zona della mostra di pannelli espositivi col progetto di pista ciclabile europea in Baldasseria