lunedì 30 maggio 2016

Dia-Tour dei Longobardi, a Udine

Questa è la storia per immagini dei Longobardi in Friuli. Si tratta di un'originale attività didattica sul territorio dell'Istituto Stringher di Udine, intitolata A cavallo coi Longobardi. Il tour è mostrato con diapositive (Dia-Tour).
Venerdì 27 maggio 2016 presso la sede dell’Associazione di volontariato Auser “Renato Feruglio” di via Micesio 31, a Udine, si è tenuto il quarto ed ultimo incontro  del ciclo “Vieni con noi”, progetto condiviso tra dall’Auser, l’Istituto "Bonaldo Stringher", la Società Italiana Psicologia dell’Adulto e dell’Anziano (S.I.P.A.A.) e la COOP Consumatori Nordest.

I saluti di rito sono stati portati dalla presidente dell’associazione AUSER Loredana Mori, e dal professor Andrea Fabris, in rappresentanza di Anna Maria Zilli, Dirigente scolastico dello Stringher. Poi Sara Iannotti, Angelica Cavaliere, Serena Ronchi, Amina Gutic e Silvia Morocutti, studentesse della classe 4^ A dell’indirizzo tecnico turistico, coordinate dai docenti Giancarlo Martina e Cristiano Meneghel, hanno esposto una proposta di tour che partendo da Cividale, muovendosi lungo le orme dei Longobardi è arrivato fino alle Valli del Natisone.
Il tour proposto, che ha visto una introduzione del professor Meneghel sulla storia dell’invasione italiana dei Longobardi nel 568 d.C., prevedeva la partenza da Cividale, per poi spostarsi a Castelmonte, sede di un santuario mariano tra i più famosi del Friuli, toccando poi Drenchia, Mersino e Pulfero, già sedi di farre e arimannie, unità agricole ed abitative, basate sull’accasamento delle famiglie di cavalieri, tipiche del Ducato longobardo del Friuli e funzionali alla sua difesa, in quanto vi trovavano dimora guerrieri nelle zone più suscettibili di attacchi e scontri. Se hanno riscosso particolare interesse i famosi monumenti cividalesi del tempietto longobardo, dell’ipogeo celtico e del ponte del diavolo, non da meno le chiese carsiche di Drenchia e la grotta d’Antro.
Come da tradizione la manifestazione, per quest’anno giunta al suo ultimo appuntamento, ma che si intende rinnovare già a partire dal prossimo anno scolastico, è stata arricchita da un dibattito tra i convenuti a cui ha preso parte anche Gianfranco Pizzolitto, ex sindaco di Monfalcone e presidente regionale dell’Auser che ha rimarcato l’importanza della comunicazione intergenerazionale e dell’invecchiamento attivo.
Come da tradizione a conclusione dell’incontro il professor Biagio Nappi, del settore enogastronomico dello Stringher ha organizzato un ricco buffet a base di piatti tipici dei luoghi narrati dal tour, tra cui salame all’aceto e cipolla, frico e strucchi i cui ingredienti sono stati tutti offerti gratuitamente dalla COOP Consumatori Nordest.

---
Servizio giornalistico e fotografie di Cristiano Meneghel.
Networking & redactional di Elio Varutti