venerdì 1 aprile 2016

Presentazione Guida Unesco allo Stringher, Udine



Si è svolta nella mattinata di giovedì 31 marzo 2016, presso l'aula magna della sede centrale dell'Isis “Bonaldo Stringher” di Udine, davanti ad una platea di  circa un centinaio di studenti e studentesse del settore dell'indirizzo tecnico turistico, la conferenza  “Decennio UNESCO per l'avvicinamento delle culture: come contribuire?" con la conseguente presentazione della "Guida al Patrimonio UNESCO dell'Umanità di Italia e Cina". 
 
L'apertura dei lavori della originale iniziativa dell'Istituto Stringher con l'UNESCO. Al microfono Anna Maria Zilli, Dirigente scolastico dello Stringher

L'incontro è stato organizzato dall'Istituto Stringher, da tempo "scuola associata Unesco" (e quindi parte di un circuito internazionale e mondiale) e dai Club UNESCO di Gorizia e Udine. Dopo i saluti della Dirigente Scolastica Anna Maria Zilli, ha parlato Francesca Musto, 'assessore alla Cultura della provincia di Udine. Francesca Musto, già studentessa dell'istituto,   ha posto l'attenzione sull'importanza della cultura e quanto oggi "la cultura stessa sia la sfida futura per lo sviluppo futuro dell'Italia e la sua vetrina sul mondo. Poi è intervenuto il dottor Adriano Chinni, in rappresentanza del Club Unesco di Gorizia, che ha invece fatto ragionare i giovani sul loro futuro ruolo nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale nazionale e mondiale.
La presidente nazionale della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO (FICLU) professoressa  Maria Paola Azzario ha portato il ragionamento sul ruolo di mediazione culturale svolto dall'Unesco e sulle attività connesse all'azione dei club Unesco sparsi sul suolo nazionale.
La presidente del club Unesco di Udine, professoressa Renata Capria d’Aronco ha introdotto Edda Sgorlon, moglie del celebre scrittore Carlo Sgorlon, che ha donato il libro Un filo di seta, tradotto in mandarino, alla presidente nazionale Azzario.
L'incontro è proseguito con l'intervento “Esperienze didattiche nell’ambito dell’offerta formativa extracurricolare” di Ellis Beltramini, Evelyn Tedesco e Federica Colussi,  tre brave studentesse del settore turistico che, coordinate dalle professoresse Monica Secco e Maria Pacelli, hanno introdotto un video realizzato da studenti che hanno frequentato un corso di cinese per poi presentare proprio la figura del missionario Odorico da Pordenone, il Marco Polo friulano, che nel 1318 si diresse in Cina e che rimase impressionato dalla ricchezza culturale, alimentare ed economica della Cina medievale. 
Le ragazze hanno poi analizzato quanto il "viaggio" sia anche un modo di conoscere l'elemento culturale "altro" e come la cucina cinese sia stata oggetto di loro studio ed attenzione anche in occasione della loro visita dell'Expo a Milano. La cucina cinese è caratterizzata da ingredienti con grande e recondito significato teologico, filosofico e matematico e come i piatti venivano serviti in determinate occasioni in base al loro significato metaforico.
Federica Colussi, Evelyn Tedesco e Ellis Beltramini

Il dottor Corrado Pastore, Delegato dell'Associazione Nuova Generazione Italo-Cinese (ANGI) che cura la mediazione culturale tra la cultura italiana e la comunità cinese residente in Italia, ha iniziato la presentazione vera e propria della Guida al Patrimonio UNESCO dell'Umanità di Italia e Cina, stampata nell'ottobre 2015, spiegando in maniera specifica il patrimonio culturale Unesco cinese e sottolineando l'impegno di Cina ed Italia negli sforzi di mediazione e incontro culturale. La Guida, di cui lo stesso Pastore, assieme alla FICLU e CNFUCA, è stato attivo promotore, che descrive i 50 siti italiani e i 47 cinesi è stata redatta in italiano e cinese in due volumi in modo da fornire al fruitore una conoscenza più vasta e completa dei siti Unesco tutelati nelle due nazioni. Per l'elevato valore culturale l'opera ha ottenuto gli importanti riconoscimenti e patrocinii del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Regione Piemonte, della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO (CNIU), della Federazione Cinese dei Club e Centri UNESCO (CNFUCA), della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO (FICLU) e dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.
Alla fine della conferenza è seguito un breve dibattito tra gli studenti, la presidente Azzario e gli altri invitati all’evento a cui è stato poi offerto un pranzo preparato dagli allievi del settore enogastronomico.
La presidente Azzario e il dott. Pastore nel pomeriggio erano attesi a Gorizia per la presentazione della Guida presso il Palazzo Rabatta, occasione che ha visto anche l’intervento della professoressa Maddalena Malni Pascoletti, presidente della sezione goriziana di Italia Nostra.


Servizio giornalistico e fotografie di Cristiano Meneghel
Networking di Elio Varutti