domenica 6 marzo 2016

Vini in rosa a Clauiano, Friuli

Trascorrere alcune ore in un agriristoro può essere rilassante. Fuocherello acceso nel caminetto, passeggiata nel giardino e per le vigne... Aspetti culturali e artistici di tutto rispetto. È sicuramente ritemprante, se il posto è tutto all’aria aperta, in mezzo al verde e al silenzio. Anzi tra il canto degli uccelli del bosco. Meglio ancora se in uno dei villaggi più belli d’Italia. Clauiano è così. È un paese del Comune di Trivignano Udinese, in provincia di Udine. È una delle eccellenze del Friuli Venezia Giulia sotto tanti punti di vista.
Il giardino dell'azienda agricola Foffani. Sulla destra si intravedono i due totem di mosaico del maestro Giulio Candussio, dedicati al vino bianco e a quello rosso

L'azienda agricola Foffani, il B&B “Casa Antica Mosaici” e l'Agriristoro Antico Cantinone, formano un complesso architettonico di tutto rispetto. Infatti risulta protetto dalla Sovrintendenza alle Belle Arti. Siamo all'interno del centro medioevale di Clauiano, uno dei borghi più belli d'Italia. I vini sono acquistabili in azienda, disponibili in molti mercati mondiali ed anche via e-commerce.
La proprietà risale fin dal 1600 alla famiglia di Maria Teresa Calligaris, mamma di Giovanni Foffani, ora unico proprietario e conduttore dell’azienda vinicola, che produceva vino fin dal 1789.
Il vasto parco con le sculture delle pecore

La casa padronale, nella piazza del borgo medioevale di Clauiano, è riconosciuta come esempio di architettura pre-veneziana in Friuli. La costruzione rurale prosegue con gli annessi edifici agricoli ed il parco verso il vigneto nella campagna retrostante.
Giovanni Foffani, ingegnere, è oggi totalmente dedicato all’agricoltura e prende direttamente tutte le decisioni riguardanti la produzione. La moglie Elisabetta Missoni, Donna del Vino, segue le Pubbliche Relazioni e l’accoglienza turistica. La signora Elisabetta possiede una "ciacola tutta dalmata", nel senso che ama discorrere, mostrare, illustrare, viste le origini del babbo, proveniente da Sebenico, città natale di Niccolò Tommaseo, in Dalmazia. I figli Guglielmo e Lorenzo Foffani collaborano nel lato tecnico e nella comunicazione.

Domenica 6 marzo 2016, dalle ore 11:00 alle ore 19:00 nell'Antico Cantinone Foffani in Piazza Giulia, al civico numero 13, di Clauiano si è tenuto un evento molto interessante di gran convivialità. Le produttrici Antonella Cantarutti, di San Giovanni al Natisone ed Elisabetta Foffani con la sommelier professionista Donatella Briosi e con la partecipazione dell’azienda Carniagricola di Giuseppe Rugo, di Enemonzo, provincia di Udine, assistito da Rocco Liggieri, hanno illustrato le loro eccellenze enogastronomiche.
La cantina

Un'occasione imperdibile per incontrare tre Donne del Vino e degustare tre declinazioni di vini in "rosa". È stato proprio un giorno speciale per condividere ed assaporare le specialità enogastronomiche di alta qualità.
Il pubblico, diviso in piccoli gruppi, è stato guidato alla scoperta di un sorprendente spumante metodo classico da Pinot nero, uno strepitoso vino fermo da vitigno autoctono ed un magnifico moscato rosa...tutti da abbinare a scelta.

I salumi e formaggi, tra cui il famoso “formadi frant” con l’uvetta sultanina, presidio Slow food di Carniagricola, hanno  accompagnato e pennellato il palato dei clienti curiosi durante questo percorso rurale-enoico di assoluta qualità e di consumata gentilezza.
Servizio fotografico di D&C.
Il cjôt, costruzion rurâl par arlevâ o tignî i purcits (friulano), il porcile antico