giovedì 2 aprile 2015

I bronzi greci di Firenze

C’è una mostra più unica che rara a Firenze. Si vede: Potere e pathos. Alcune opere qui presenti sono state scoperte da poco. Questo è un altro motivo interessante per la visita. 
La rassegna è bella ed agevole da visitare. Il titolo completo è «Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico». Si trova a Palazzo Strozzi. Inaugurata il 14 marzo scorso, resterà aperta fino al 21 giugno 2015. Palazzo Strozzi è la prima sede di questa originale esposizione, progettata e realizzata dalla competente équipe fiorentina in collaborazione con il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, la National Gallery of Art di Washington e la Soprintendenza Archeologica della Toscana
Parlare di sinergia, in questo caso, sarebbe fin troppo facile. Qui si è formata non solo la sommatoria delle tre entità culturali di altissimo profilo che hanno realizzato la mostra, ma c'è una spinta nuova, nascente dalla terna istituzionale che ci propone questo magnifico viaggio, tra «Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico».


Testa-ritratto maschile, fine del II - inizi del I secolo a.C., bronzo, pasta di vetro, pietra nera, cm 32,5 x 22 x 22. 

Sono in mostra 50 capolavori in bronzo. Qui si può capire l’eccellente sviluppo artistico dell’età ellenistica (IV-I secolo a.C.). L’arte della scultura riflette il clima di apertura culturale del tempo. Il titolo spiega la funzione eroica del potere che ha il capo con l’esperienza emozione vissuta oggi dal turista o dal visitatore guardando tali opere. Con la loro forza drammatica, le sculture trasmettono, appunto, l’emozione affettiva e una commozione estetica.
Dopo questa prima puntata fiorentina la rassegna traslocherà negli Stati Uniti d’America. Prima sarà al J. Paul Getty Museum di Los Angeles dal 28 luglio al 1° novembre 2015. Poi chiuderà i battenti alla National Gallery of Art di Washington DC, dal 6 dicembre 2015 al 20 marzo 2016.
Potrete vedere, per la prima volta a Firenze, alcuni tra i più potenti capolavori del mondo antico. Le eccezionali opere d’arte provengono dai più prestigiosi musei archeologici italiani e internazionali come il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, il Museo Nacional del Prado di Madrid, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il BritishMuseum di Londra, il Metropolitan Museumof Art di New York, la Galleria degli Uffizi di Firenze, il Museo Archeologico Nazionale di Atene, il Museo Archeologico di Herakleion (Creta), il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Museo Archeologico di Salonicco, il Musée du Louvre di Parigi, i Musei Vaticani, il Museo di Copenaghen, quello di Tbilisi
È stato Plinio il Vecchio ad affermare che il bronzo corinzio fosse ritenuto più prezioso dell’argento; forse paragonabile all’oro. Divisa in sette sezioni tematiche, l’esposizione inizia con la grande statua del cosiddetto Arringatore, già facente parte della raccolta di Cosimo I de’ Medici, a indicare il collezionismo di cui erano oggetto le opere ellenistiche già nel Rinascimento e con la Base di statua con firma di Lisippo, rinvenuta nel 1901 nell’antica Corinto.


Statua-ritratto di Aule Meteli (L’Arringatore).  Fine del II secolo a.C., bronzo, cm 179. Firenze, Museo Archeologico Nazionale

Orari: tutti i giorni 10.00-20.00, Giovedì 10.00-23.00. Dalle ore 9.00 solo su prenotazione. Accesso in mostra consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura.

Per informazioni e prenotazioni: Sigma CSC T. +39 055 2469600 F. +39 055 244145 e attività didattiche:  prenotazioni@palazzostrozzi.org

GUARDA IL VIDEO - Firenze, Palazzo Strozzi - Il curatore Kenneth Lapatin introduce la mostra "Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico" (14 marzo - 21 giugno 2015), realizzata in collaborazione con il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, la National Gallery of Art di Washington e la Soprintendenza Archeologia della Toscana.

Quei nasi all'insù
La immagine seguente è ripresa dal profilo Facebook di Palazzo Strozzi, tra l'altro per i curiosi è un apporto di notiziole interessante. La fotografia mostra l'impegno dello staff di Palazzo Strozzi anche per i piccoli visitatori. Comprendere la bellezza di una statua o di un'altra opera d'arte a quell'età è un'esperienza che verrà ricordata, forse, per tutta la vita. Altro che sindrome di Stendhal... 


Martedì 31 marzo 2015 alle 17.30 "L'arte a piccoli morsi" ! L'attività per famiglie con bambini di 3-6 anni di#BronziFirenze.
Info e prenotazioni http://bit.ly/picmobr